I contenuti di questa pagina sono immessi direttamente dai visitatori del sito i quali se ne assumo piena responsabilità.
Tanx.it si riserva la possibilità di moderarne i contenuti, acconsente alla loro pubblicazione, declinando qualsiasi responsabilità in merito.
[lascia un messaggio] SONO PRESENTI 269 MESSAGGI..........

Autore del messaggio: Gaetanpha da Arequipa
lasciato il 16/10/2016 ore 5:23

Messaggio:
13/10/16: Arequipa, giornata relativamente tranquilla quella di oggi, parte di servizio per organizzare le escursioni dei prossimi giorni, e nel pomeriggio prima escursione ai dintorni della città. Passaggio in lavanderia, e direzione subito verso la agenzia di viaggi che abbiamo designato. Organizziamo l'escursione al Colca Canyon per domenica e lunedi e prenotiamo il tour per il pomeriggio, poi prendiamo informazioni sulla compagnia di bus che nessuno conosce che dovremmo prendere domattina presto per andare a Toro Muerto e scopriamo che parte dal terminal dove siamo arrivati da Nasca e quindi con un collectivos ci rechiamo al terminal. Ormai abbiamo abbastanza pratica con l'uso di questo mezzo e risulta sempre abbastanza facile, la gente ti da sempre informazioni e non aspetti mai più di 5 min prima che passi un mezzo che va nella tua direzione. Dentro i combis c'è il Perù. Arriviamo al terminal e chiedendo a destra e a manca scopriamo la compagnia che cerchiamo, hanno corse da molto presto al mattino e facciamo il biglietto per il bus delle 6,30 domattina. Bene, la nostra gita inizia prender piede. Ancora alcune incognite ma le chiariremo domani. Impiegata la mattinata ad organizzare i giorni futuri torniamo sempre in combis in centro e alle due partiamo con il nostro tour verso i dintorni. Lori scopre che il bus è il classico scoperto da turista papacchio e vi sale con orrore, io lo sapevo. Il giro è anch'esso non troppo interessante, alcune tappe sono pretestuose ma offre alcuni begli scorci sui tre vulcani che fanno da guardaspalle alla città, chachani, el Misti e PichuPichu, 6070m, 5820m, 5000 e rotti il piccolo. Rintrati a sera e riusciti a cena senza grande voglia finiamo a cena da Hutanpa, un posto carino e buono. Poi a nanna presto, sveglia prevista 5,20.
<-------> Email: G@.

Autore del messaggio: GArequipa da Arequipa
lasciato il 14/10/2016 ore 13:10

Messaggio:
Il trasferimento ad Arequipa è andato bene, abbiamo riposato abbastanza, il bus era super comodo, molto bello il tratto di strada prima di arrivare ad Arequipa. L'arrivo in città è semplice e nel giro di pochi minuti siamo in hotel, dove fortunatamente, hanno la camera gia libera. Quindi doccia per riprendersi dal viaggio e subito fuori alla ricerca di una lavanderia nei dintorni che troviamo poco distante. Poi via verso il centro. La città è bellissima, la giornata anche. Tempo secco, sole a palla e caldo soltanto nelle ore centrali del giorno. Pur essendo a 2300 m. Di altitudine rispetto a Nazca, le temperature sembrano più o meno le stesse. Adesso siamo nel pieno mood da viaggio, qui abbiamo tre notti, un paio di giorni per la città e gli immediati dintorni, uno per Toro Muerto (sempre forza toro) poi faremo una escursione di due giorni al Colca Canyon. Però è ancora tutto da organizzare e quindi trascorriamo la giornata tra prendere informazioni e scoprire Arequipa. Che è molto bella, forse l'ho già detto. Città coloniale con vie principali acciottolate. Dopo esserci aggregati per qualche minuto ad un free walking tour dove la guida ha rivelato in breve il bisogno di una guida vera, ci sganciamo e facciamo da noi. Visitiamo la cappilla di S Ignacio le Loyola e i bellissimi chiostri annessi e a Seguire il Monasterio di santa Catalina da Siena, bellissimo, con una visita guidata in Italiano molto interessante. Poi piccolo break per pranzo e visita al museo della Mummia Juanita trovata nel nevado Ampato negli anni 90 e tuttora congelata e per questo di notevole valore scientifico, anche questo con visita guidata in italiano. Poi altre agenzie turistiche per pianificazione visite dei giorni a venire, e prima del tramonto recupero lavanderia e rientro in hotel. Cena alla casona del Pisco dove rincontriamo gli Italiani della sera prima a Nasca e ci scambiamo impressioni sui rispettivi itinerari e posti visitati. Il posto è pretenzioso , la location bellissima, la cucina non impeccabile. Buona notte.
<-------> Email: G@.

Autore del messaggio: mono da Nazca
lasciato il 13/10/2016 ore 4:50

Messaggio:
Nazca: 12/11/16 Doveva essere una giornata relativamente riposante, dovevamo soltanto sorvolare le linee di Nazca e poco altro, poi bighellonare fino a sera per il paese di Nazca che in se offre abbastanza poco. E di fatto gia alle 9 del mattino, nonostante avessimo imbastito tutto il rapporto con Alaperuanas via email, senza tener conto del ritardo di ieri sera, siamo gia sulla via dell'aeroporto, e dopo poche formalità, ci imbarcano su un aeroplanino da 6 persone, 4 passeggeri pilota e copilota cicerone. È una giornata molto bella, sole caldo e cielo azzurro. Il sorvolo va bene, è molto emozionante e loro sono molto bravi ad indicare i disegni, non si perde nulla, ma bisogna scegliere se vederli o tentare di fotografare, e prediligo la prima opzione. Molto emozionante, contenti di aver deciso di farlo. Alle 10,30 circa siamo di nuovo in città ma siccome l'appetito vien mangiando, abbiamo deciso che potrebbe valer la pena di tentare altre due escursioni nel pomeriggio, la necropoli preindaica di Chauchilla e il sito di Cauachy, con piramidi di adobe. Il problema è che in agenzia ci offrono una gita cara con una marginale visita alle piramidi e discesa in sandBording e dumbughy e varie altre czzte che tanto piacciono ai turisti di oggi. L'altra opzione è l'offerta di un passaggio da un losco figuro in taxi che ci avvicina nei pressi della stazione dei bus. Non ci soddisfano nessuna delle due e Infine riusciamo ad ottenere il servizio attraverso l'officina di turismo che chiama Juan, taxista di fiducia e a minor prezzo delle precedenti. Impieghiamo quindi il pomeriggio tra le due necropoli nel deserto di Nazca e non contenti rientrati in città vediamo anche il Museo Antonini, che contiene molti dei reperti rinvenuti in questi luoghi. Giornata intensissima quindi, speriamo che sia di buon auspicio per la nottata che passeremo in Bus Tepsa con posto Cama(letto) suite, alla volta di Arequipa.
<-------> Email: Nazca@.

Autore del messaggio: Gaenazca da El chaco
lasciato il 12/10/2016 ore 15:34

Messaggio:
Paracas 11/10/16: E' stato quasi per caso l'aver scelto di stare a Paracas e non a Ica (da dove avremmo voluto visitare l'oasi di Huacacina, che alla fine abbiamo sacrificato con poco patos), e quasi per caso abbiamo deciso di visitare la riserva naturale di Paracas. Sarebbe stato un vero peccato perdersela perchè è stata una visita molto bella. Al mattino in barca alle Isole Ballestas che chiamano le Galapagos "peruane" (dei poveri), molto interessanti, oltre ai bei paesaggi colonie sterminate di uccelli, pellicani, cormorani, sule e altri, Pinguini di Humbolt e leoni marini, rocce e archi naturali. Puzza di guano incredibile ma bello, anzi, molto bello. Con questa gita avremmo già considerato la giornata molto positivamente ma abbiamo anche prenotato l'escursione alla penisola di Paracas, in bus, che si rivela anch'essa molto particolare, paesaggio desertico con spiagge colorate, playa roja etc. Sopra le nostre aspettative. Rientrati in hotel e preparati gli zaini ci rechiamo al terminal, il nostro bus (cruz del sur) per Nazca dovrebbe partire alla 5,40 ma ha forato, arriva con circa 1 h di ritardo e sostituiscono la gomma alla luce della piletta del cellulare, partiamo con 3 h di ritardo e arriviamo a Nazca alla 1 anzichè alle 21,30 e naturalmente Efrain di Alasperuana che ci deve portare domani in aereo sulle linee di Nasca non c'è. Immaginavamo, domani mattina ci incontreremo? Penso di si, deve ancora avere i soldi :-)l......... E infatti lo troviamo in ufficio E adesso in attesa del volo sulle Linee di Nazca. X ora sole a palla. Stiamo bene, besos
<-------> Email: G@.

Autore del messaggio: Gaenazca da El chaco
lasciato il 12/10/2016 ore 15:30

Messaggio:
Prontuario gastronomico: promemoria------- (Anticuchos: spiedini con medaglioni di cuore di manzo alla piastra) (Chevice: forse il piatto più conosciuto della cucina peruviana, provato quello "de pescado"- dadi di pesce crudo marinato in Lime (Laimmi siculo) parecchio salato e piccante più cipolla cruda come se piovesse. Quello provato era molto buono. Ancora da provare nelle versioni di mariscos e misto) (Pisco Sour: coctail a base di vino di Pisco, Laimmi, chiara d'uovo e sale) (chicharrones de pescado: fritto fritto di pesce).
<-------> Email: G@.

Autore del messaggio: ANTO da Collegno
lasciato il 11/10/2016 ore 9:42

Messaggio:
Carissimi, qui va tutto bene, il freddo comincia a farsi sentire, vi pensiamo molto e leggiamo sempre con piacere le vostre avventure. Continuate cosi, BRAVI !!!! un forte abbraccio da parte di tutti noi AZ
<-------> Email: io@noicollegno.it

Autore del messaggio: GaBallestas da Paracas
lasciato il 11/10/2016 ore 2:33

Messaggio:
Paracas, El Chaco, 10/10/19 Non scherzare, Ale, le sfighe sono altre, questi sono normali contrattempi che viaggiando cosi capitano di continuo, occorre essere pazienti e un po creativi e si risolve tutto. Per contro occorre dire che fino ad ora abbiamo organizzato quasi tutto online e la difficoltà piu grande è quella di stampare le ricevute dei biglietti elettronici, ma ci stiamo attrezzando. Comunque oggi è stata una giornata di trasferimento, abbiamo lasciato Lima in mattinata senza grandi rimpianti, valutando che non necessita dedicarci altro tempo. In poco meno di 4 ore di bus e un taxi "furbo" arriviamo a El chaco, sul mare, e nel giro di poco tempo riusciamo ad organizzare le gite alle isole Ballestas e la penisola di Paracas per domani, poi al terminal dei Bus per convertire i biglietti acquistati online in carta, che loro stessi domani ritireranno :-( . Poi passeggiata relax, email alle linee aeree per le linee di Nazca che stiamo cercando di organizzare sempre online. Comunque non ci sono molti turisti e immaginiamo che anche arrivando all'ultimo momento si possa organizzare, ma così siamo più tranquilli e speriamo di risparmiare tempo in questa prima parte di viaggio per avere margine per la Bolivia. Domattina presto quindi gita allle isole, poi tour alla penisola di Paracas e nel pomeriggio tardi trasferimento in Bus a Nazca, dove arriveremo per sera 21,30. Il mattino dopo vorremmo volare sulle famose linee e in serata partire con bus notturno per Arequipa. Vedrem. Baci a tutti, stiamo bene, aspettando filete de pescado a la plancha. Besos
<-------> Email: G@.

Autore del messaggio: ALEX da collegno beach
lasciato il 10/10/2016 ore 19:30

Messaggio:
ciao zio ciao zia, siamo contenti che state bene e che vi divertite. nonostante la stanchezza e le non poche sfighe capitatevi ci sembrate comunque molto motivati, anchio ultimamente sto avendo dei problemi con i bus... ahahaha buon proseguimento, un abbraccio ale and family.


http://io
<-------> Email: ALEX@io.ggg

Autore del messaggio: E. da casa
lasciato il 10/10/2016 ore 8:44

Messaggio:
Ciao rgazzi, vi leggiamo con piacere e siamo contenti che tutto stia procedendo per il meglio. Qui è cominciato il freddo e occorre fare il cambio di stagione :-) Ieri sera l'Italia le stava prendendo con la Macedonia, nel caso foste preoccupati per il risultato della partita (finita 3-2 per noi al 91'.... :-)) Siamo lì con voi! Un abbraccio e baci. E. & famiglia
<-------> Email: ep@tin.it

Autore del messaggio: GaeLarco da Lima
lasciato il 10/10/2016 ore 5:57

Messaggio:
Lima 9/10/16. Usciamo come se non ci fosse tanto altro da vedere a Lima e ci dirigiamo verso il museo Larco, dal nome dell'archeologo che ha scoperto e studiato tutti i reperti del museo. Si trova su una rotta non tanto comoda e dopo esser saliti su un bus in cui l'autista capisce Avenida Bolivia anziché Bolivar e museo d'arte anzichè Larco... E infatti al museo d'arte ci scarica (in avenida Bolivia). Comunque non siamo del tutto fuori direzione, controllavo con maps. Raggiungiamo comunque il Museo in taxi e lo visitiamo con cura. È molto bello il palazzo e sublime il museo che contiene vasellame tessuti e tesori di tutte le epoche delle antiche civiltà peruviane. Usciti dal museo e determinati a proseguire il giro della città coi bus locali, saltiamo su un altro paio di carrette che ci portano nei pressi di S. Isidro. Proseguiamo a piedi per andare a buttare un occhio nel quartiere, ma è molto più lussuoso, blindato da forze di polizia e meno vivo di Miraflores e quindi dopo diversi km di cammino, prendiamo al volo un altro bus per Barranco, quartiere assai più popolare e divertente di S. Isidro. Giriamo un po per Barranco che a tratti ricorda un po Valparaiso, moltissimi murales adornano le strade e i vicoli. Ci fermiamo per una pausa caffè in un locale molto caratteristico e dopo esserci riposati un po rientriamo in Miraflores in bb in metropolitano. Doccia, breve sosta e fuori a cena nei dintorni di piazza Kennedy, con spiedini di cuore de res (vitello) papas in huacaina e cevice (tutto buono). Poi tutto organizzazione prossime tappe, linee di Nazca, hotel a Nazca e passaggi bus. Adesso stravolti si dorme.
<-------> Email: R@.
 
[1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20] [21] [22] [23] [24] [25] [26] [27]