I contenuti di questa pagina sono immessi direttamente dai visitatori del sito i quali se ne assumo piena responsabilità.
Tanx.it si riserva la possibilità di moderarne i contenuti, acconsente alla loro pubblicazione, declinando qualsiasi responsabilità in merito.
[lascia un messaggio] SONO PRESENTI 325 MESSAGGI..........

Autore del messaggio: Gaenazca da El chaco
lasciato il 12/10/2016 ore 15:30

Messaggio:
Prontuario gastronomico: promemoria------- (Anticuchos: spiedini con medaglioni di cuore di manzo alla piastra) (Chevice: forse il piatto più conosciuto della cucina peruviana, provato quello "de pescado"- dadi di pesce crudo marinato in Lime (Laimmi siculo) parecchio salato e piccante più cipolla cruda come se piovesse. Quello provato era molto buono. Ancora da provare nelle versioni di mariscos e misto) (Pisco Sour: coctail a base di vino di Pisco, Laimmi, chiara d'uovo e sale) (chicharrones de pescado: fritto fritto di pesce).
<-------> Email: G@.

Autore del messaggio: ANTO da Collegno
lasciato il 11/10/2016 ore 9:42

Messaggio:
Carissimi, qui va tutto bene, il freddo comincia a farsi sentire, vi pensiamo molto e leggiamo sempre con piacere le vostre avventure. Continuate cosi, BRAVI !!!! un forte abbraccio da parte di tutti noi AZ
<-------> Email: io@noicollegno.it

Autore del messaggio: GaBallestas da Paracas
lasciato il 11/10/2016 ore 2:33

Messaggio:
Paracas, El Chaco, 10/10/19 Non scherzare, Ale, le sfighe sono altre, questi sono normali contrattempi che viaggiando cosi capitano di continuo, occorre essere pazienti e un po creativi e si risolve tutto. Per contro occorre dire che fino ad ora abbiamo organizzato quasi tutto online e la difficoltà piu grande è quella di stampare le ricevute dei biglietti elettronici, ma ci stiamo attrezzando. Comunque oggi è stata una giornata di trasferimento, abbiamo lasciato Lima in mattinata senza grandi rimpianti, valutando che non necessita dedicarci altro tempo. In poco meno di 4 ore di bus e un taxi "furbo" arriviamo a El chaco, sul mare, e nel giro di poco tempo riusciamo ad organizzare le gite alle isole Ballestas e la penisola di Paracas per domani, poi al terminal dei Bus per convertire i biglietti acquistati online in carta, che loro stessi domani ritireranno :-( . Poi passeggiata relax, email alle linee aeree per le linee di Nazca che stiamo cercando di organizzare sempre online. Comunque non ci sono molti turisti e immaginiamo che anche arrivando all'ultimo momento si possa organizzare, ma così siamo più tranquilli e speriamo di risparmiare tempo in questa prima parte di viaggio per avere margine per la Bolivia. Domattina presto quindi gita allle isole, poi tour alla penisola di Paracas e nel pomeriggio tardi trasferimento in Bus a Nazca, dove arriveremo per sera 21,30. Il mattino dopo vorremmo volare sulle famose linee e in serata partire con bus notturno per Arequipa. Vedrem. Baci a tutti, stiamo bene, aspettando filete de pescado a la plancha. Besos
<-------> Email: G@.

Autore del messaggio: ALEX da collegno beach
lasciato il 10/10/2016 ore 19:30

Messaggio:
ciao zio ciao zia, siamo contenti che state bene e che vi divertite. nonostante la stanchezza e le non poche sfighe capitatevi ci sembrate comunque molto motivati, anchio ultimamente sto avendo dei problemi con i bus... ahahaha buon proseguimento, un abbraccio ale and family.


http://io
<-------> Email: ALEX@io.ggg

Autore del messaggio: E. da casa
lasciato il 10/10/2016 ore 8:44

Messaggio:
Ciao rgazzi, vi leggiamo con piacere e siamo contenti che tutto stia procedendo per il meglio. Qui è cominciato il freddo e occorre fare il cambio di stagione :-) Ieri sera l'Italia le stava prendendo con la Macedonia, nel caso foste preoccupati per il risultato della partita (finita 3-2 per noi al 91'.... :-)) Siamo lì con voi! Un abbraccio e baci. E. & famiglia
<-------> Email: ep@tin.it

Autore del messaggio: GaeLarco da Lima
lasciato il 10/10/2016 ore 5:57

Messaggio:
Lima 9/10/16. Usciamo come se non ci fosse tanto altro da vedere a Lima e ci dirigiamo verso il museo Larco, dal nome dell'archeologo che ha scoperto e studiato tutti i reperti del museo. Si trova su una rotta non tanto comoda e dopo esser saliti su un bus in cui l'autista capisce Avenida Bolivia anziché Bolivar e museo d'arte anzichè Larco... E infatti al museo d'arte ci scarica (in avenida Bolivia). Comunque non siamo del tutto fuori direzione, controllavo con maps. Raggiungiamo comunque il Museo in taxi e lo visitiamo con cura. È molto bello il palazzo e sublime il museo che contiene vasellame tessuti e tesori di tutte le epoche delle antiche civiltà peruviane. Usciti dal museo e determinati a proseguire il giro della città coi bus locali, saltiamo su un altro paio di carrette che ci portano nei pressi di S. Isidro. Proseguiamo a piedi per andare a buttare un occhio nel quartiere, ma è molto più lussuoso, blindato da forze di polizia e meno vivo di Miraflores e quindi dopo diversi km di cammino, prendiamo al volo un altro bus per Barranco, quartiere assai più popolare e divertente di S. Isidro. Giriamo un po per Barranco che a tratti ricorda un po Valparaiso, moltissimi murales adornano le strade e i vicoli. Ci fermiamo per una pausa caffè in un locale molto caratteristico e dopo esserci riposati un po rientriamo in Miraflores in bb in metropolitano. Doccia, breve sosta e fuori a cena nei dintorni di piazza Kennedy, con spiedini di cuore de res (vitello) papas in huacaina e cevice (tutto buono). Poi tutto organizzazione prossime tappe, linee di Nazca, hotel a Nazca e passaggi bus. Adesso stravolti si dorme.
<-------> Email: R@.

Autore del messaggio: IncasGae da Lima Peru
lasciato il 9/10/2016 ore 11:18

Messaggio:
Lima 08/10/16. La notte scorsa la stanchezza del viaggio ha fatto si che dormissimo tutta una tirata da sera a mattino, come se avessimo già assorbito il fuso. Oggi invece si paga dazio e alle 3,40 gia non si dorme più, anche se ieri, primo giorno a Lima, abbiamo scarpinato il giusto (33mila passi secondo app jawbone). Siamo a Miraflores in un bb molto carino, facciamo colazione con un ragazzo di Los Angeles e scambiamo qualche chiacchiera sui relativi tragitti, lui va fino in patagonia cilena, visitando qualcuno dei posti che noi abbiamo visto in altri viaggi. Usciamo comunque di buon ora ci dedichiamo subito a faccende necessaire, cambiare denaro, vedere se riusciamo ad acquistare il biglietto per ripartire Lunedì da Lima x Paracas. Agenzia di viaggi chiusa e cambio denaro anche. Bene, vuol dire che tentiamo di ritirare con carta di credito e la cosa riesce. Bene, era uno degli interrogativi da risolvere, da qualche parte si legge che sono necessari pin da 4 cifre e i nostri ne hanno tutti 5. Al bus ci pensiamo dopo? Ok dopo aver dato una occhiato ad un mercato di artigianato Inca e al Mercado 1 del fresco di Miraflores, prendiamo il Metropolitano di Lima, un bus su corsia preferenziale che funge da metropolitana e ci spostiamo nel centro storico e da qui percorriamo a piedi l'itinerario raccomandato de lonely planet. Il giro tra le vie più rappresentative della capitale, dallo Zocalo a Barrio chino, passando per la vecchia stazione Liberty, riadattata a Biblioteca Mario Vargas Llosa. Sarà perchè recentemente e tuttora stiamo leggendo alcuni suoi libri ma il posto ci piace assai. Il resto del tragitto è carino, tra palazzi coloniali spagnoli e vie pedonali. Dietro il real collegio di Lima, che ipotizziamo essere quello in cui è ambientato "la città e i cani”, facciamo pranzo al mercato di san Ildefonso, finiamo il giro e nel primo pomeriggio rientriamo a Miraflores. Riusciamo a cambiare il denaro che avevamo con noi ma l'agenzia che dovrebbe, su suggerimento della signora del bb, venderci il ticket per paracas sta chiudendo e quindi lo compriamo via internet. Altro dubbio risolto, il portale funziona. Breve riposo in bb e riusciamo per stampare il biglietto in un negozietto vicino il bb. Anche questo riesce al primo colpo, bene. Altrimenti avremmo tentalo il biglietto su ipad? Ma meglio non correre troppo.... Ci resta buona parte del pomeriggio, il tramonto sulla scogliera di Miraflores che è un posto molto pittoresco e la ricerca di un posto per cenare. Siamo molto molto stanchi e infine, dopo aver cercato con poca convinzione alcuni posti consigliati da guida, bb, e in ultimo anche da una poliziotta x strada che troviamo chiuso, ci affidiamo al caso e entriamo in un bar di Tapas. Buono. Poi rientriamo a piedi in bb e Buona Notte.
<-------> Email: Incas@gae.it

Autore del messaggio: Ga da Lima
lasciato il 8/10/2016 ore 5:54

Messaggio:
Ciao a tutti siamo a Lima, sono le 22,45 ma il nostro orologio biologico segna gia le 5,45 del mattino. Quindi abbiamo preso possesso della camera nel bb di Miraflores dove alloggiamo. Molto carino. Il viaggio è stato lungo ma abbastanza confortevole, lunga attesa anche per i bagagli. Molto veloci, invece, le formalità immigrazione e dogana. Prima impressione su Lima vista di sera dal finestrino del taxi tra l'aeroporto e miraflores: nada. Troppo stanchi. Gran traffico. Stiamo bene Buona notte.
<-------> Email: Lima@raspa.pe

Autore del messaggio: Gaetano da Torino
lasciato il 6/10/2016 ore 9:35

Messaggio:
Ciao a tutti, se qualcuno volesse scrivere, mi chieda via mail/sms/wazzapp/fb etc. le credenziali. La pagina modulo che vi consente di inserire i messaggi non è più in chiaro ma viene raggiunta in altro modo. BaciAbbracci
<-------> Email: t@.

Autore del messaggio: Tano Lori da Tokyu
lasciato il 23/10/2015 ore 0:5

Messaggio:
22/10/15 Tokyo, ultima giornata a disposizione. Usciamo agguerriti come se fosse il primo giorno di vacanza anche perché a Tokyo ci sono ancora molte cose che vorremmo vedere, molti quartieri che non abbiamo ancora nemmeno sfiorato. Ci rechiamo subito a Nippori, dove dobbiamo verificare le modalità per prendere il treno domattina, constatando ancora una volta che la comunicazione spesso è stata un problema con le persone, che sono si molto disponibili, ma che raramente parlano un inglese anche solo di sopravvivenza. Chi lo conosce spesso si avvicina per aiutarti anche se stai solo consultando un tabellone o una cartina, ma quasi sempre quando non ne hai bisogno. Riusciamo quindi a capire tariffe orari e modalità acquisto biglietti, il nostro pass scade stasera :-( Risolta la questione riprendiamo il treno per Ueno, e vediamo parte del parco e ci avviciniamo si due musei d'arte ma senza entrarci, abbiamo già visto probabilmente quanto di meglio c'era da vedere, e poi oggi sarebbe la giornata dedita allo shopping. Quindi a piedi percorriamo la zona che abbiamo già visto la sera stessa in cui siamo arrivati, yanaka, molto bella, alla ricerca di un negozio di articoli in carta, carina la passeggiata, il negozio ha cose molto particolari ma un po per addetti ai lavori, non è tanto un negozio di souvenir. Poi per andare in stazione metro passiamo da Ginza Bazar, una via mercatale con cibi da strada di tutti i generi. Qui non sembra affatto di essere a Tokyo. Quindi In metro ad Akyabara, dove invece si ritorna tra le stranezze di Tokyo. Quartiere dell'elettronica (electric city), dei Manga, Anime, dei Maid Cafe. E infatti sembra il paese dei balocchi, ci sono interi palazzi foderati dai personaggi dei cartoni animati ed Amine (animation), dai locali escono continuamente le Maid per recarsi sullo stradone principale a caccia di clienti da portare nel locale (non è una roba zozza), una stranezza tutta nipponica in cui le maid cercano di intrattenere i clienti concedendoti giochi e spettacolini no sex. Pranziamo qui ad Akiba, in un indiano dopo aver visitato un paio di negozi di manga e di artigianato, uno molto di Tendenza design, sotto i portici della stazione di Akyabara. Anche se troviamo davvero poco che di interessante da comprare lo shopping è comunque parte della natura della città e con più tempo riusciremmo a fare di meglio. Purtroppo il bazar sul quale avevamo riposto tutte le nostre speranze oggi è chiuso. Proseguiamo la giornata ad Arajuku, dove siamo già stati sempre, ma nel frattempo abbiamo maturato la voglia di visitare o almeno vedere un paio di palazzi di una delle strade del quartiere della moda, Omotesando, costruiti da Archistar, tra cui Prada di Tadao Ando. Spettacolare costruzione anche questa. Molto belli anche Tods e Dior, Apple molto nel suo stile ma con le proporzioni di Tokyo. Avremo già camminato una 15 km ma ormai, in ansia da prestazione, andiamo a Shinjuku per cena a base di Sushi, l'ultima della vacanza. Il posto che troviamo non ha una grand atmosfera come altri, ma il sushi è comunque buono, consumato ormai sempre a bancone. Mestamente rientriamo in treno ad Ikebukuro. Il resto sarà il viaggio di rientro di domattina (anzi andiamo perché suona la sveglia). A presto.
<-------> Email: Tl@.
 
[1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20] [21] [22] [23] [24] [25] [26] [27] [28] [29] [30] [31] [32] [33]